Come far dormire tuo figlio tutta la notte

Insegnare a tuo figlio a dormire tutta la notte può essere una sfida. Tuttavia, se ti impegni a sviluppare una routine di sonno coerente e salutare per il tuo bambino e ti prepari anche a come gestire eventuali disturbi di mezza notte, ti preparerai per il miglior successo possibile in far dormire tuo figlio tutta la notte.

Sviluppare una routine del sonno

Sviluppare una routine del sonno
Abbi coerenza nella routine del sonno di tuo figlio. [1] È importante avere la stessa ora di andare a letto ogni notte, con poche variazioni (nota che una leggera eccezione in giorni come fine settimana o occasioni speciali, come andare a letto 30 minuti dopo, va bene; sono grandi variazioni che vorrai evitare ). La coerenza prima di coricarsi aiuta a ottimizzare la routine del sonno del tuo bambino, allenando il suo cervello a riconoscere quando è il momento di addormentarsi e quando è il momento di svegliarsi.
  • Oltre a coricarsi costantemente, vorrai anche avere orari di sveglia costanti (di nuovo, entro mezz'ora circa).
  • Dormire nei fine settimana (nei giorni non scolastici) non è una buona idea, soprattutto se tuo figlio ha problemi a dormire tutta la notte, poiché non vuoi che si riposi troppo.
Sviluppare una routine del sonno
Esegui la stessa routine della buonanotte ogni notte. [2] Un altro passo che puoi fare per aiutare il tuo bambino a dormire tutta la notte è avere la stessa routine della buona notte ogni notte. Questo aiuta a mantenere tuo figlio nel giusto stato d'animo prima di andare a letto, aumentando le possibilità che dormirà tutta la notte senza disturbi. Molti genitori leggeranno una o due storie prima di andare a letto e alcuni daranno al loro bambino un bagno caldo e rilassante.
  • La cosa importante delle attività prima di andare a letto è che idealmente vuoi che si rilassino, e quelle che mettono tuo figlio in uno stato d'animo positivo (cioè attività che aiutano a calmare la mente del tuo bambino prima di metterlo a dormire).
  • È anche ideale se le attività prima di andare a letto comportano un tempo di connessione tra te e tuo figlio. Dandogli questa attenzione prima che vada a dormire può aiutare a prevenire disturbi notturni o grida che potrebbero derivare dalla brama di tuo figlio per un ulteriore tempo di connessione con te.
Sviluppare una routine del sonno
Evita il tempo dello schermo prima di coricarti. Gli studi hanno dimostrato che il tempo trascorso davanti a uno schermo - che si tratti di uno schermo televisivo, un computer, un cellulare o un videogioco - riduce la produzione naturale di melatonina nel cervello (una sostanza chimica che aiuta con il sonno e il ritmo circadiano). Pertanto, il tempo di schermatura prima di coricarsi è stato collegato ai problemi di addormentarsi e ai problemi di dormire. Se possibile, stabilisci routine alternative prima di coricarti con tuo figlio fin dalla tenera età, come leggere storie insieme o fare il bagno a tuo figlio.
Sviluppare una routine del sonno
Ottimizza l'ambiente di sonno del tuo bambino. [3] Assicurati che la stanza del tuo bambino sia buia e, se necessario, installa tonalità oscuranti o tende oscuranti. Un ambiente buio segnala al cervello che è ora di dormire, quindi può aiutare il tuo bambino ad addormentarsi e anche a dormire tutta la notte.
  • Inoltre, se vivi in ​​una casa o in un quartiere rumoroso o con suoni di disturbo, prendi in considerazione l'installazione di una fonte di rumore bianco o la riproduzione di un nastro con rumore bianco nella stanza del tuo bambino. Questo può aiutare a soffocare alcuni dei rumori che in precedenza potrebbero aver contribuito a risvegliare tuo figlio durante la notte.
  • Assicurati che la stanza abbia una temperatura confortevole, non troppo calda o troppo fredda.
Sviluppare una routine del sonno
Metti a dormire tuo figlio quando è assonnato, ma non stanco. [4] È interessante notare che, se un bambino è stanco, ha meno probabilità di dormire bene tutta la notte. Le manca anche l'apprendimento dell'importante abilità della vita di addormentarsi (e delle abilità auto-lenitive che accompagnano questo). Pertanto, è meglio far dormire il bambino quando è assonnato e lasciarla sola mentre si addormenta.
  • Allo stesso modo, è importante non ridurre i sonnellini diurni di tuo figlio fino a quando non dorme tutta la notte.
  • Contrariamente alla credenza popolare, ridurre troppo presto i pisolini ha un impatto negativo sul modello di sonno di un bambino.
  • Una volta che il bambino dorme tutta la notte, puoi tagliare da due pisolini a uno, quindi da un pisolino a zero; tuttavia, assicurati di apportare queste modifiche solo una volta che dormi durante la notte non è un problema.
Sviluppare una routine del sonno
Guarda cosa mangia il tuo bambino prima di andare a letto. Non vuoi dare da mangiare a tuo figlio cibi pieni di zucchero proprio prima di andare a letto. Ciò contribuirà a ciò che è comunemente noto come "zucchero alto", che è quando il bambino ha energia in eccesso a causa di un improvviso picco nei suoi livelli di zucchero nel sangue. Inutile dire che questo è un effetto che vorrai evitare al momento di coricarti.
  • In un'altra nota, anche tu non vuoi che tuo figlio vada a letto affamato. Cibo insufficiente può indurlo a svegliarsi nel cuore della notte per fame. Pertanto, assicurati che tuo figlio abbia avuto abbastanza calorie prima di andare a letto per farlo passare la notte.
  • Cerca di non dare da mangiare a tuo figlio nei 30-60 minuti che precedono l'ora di andare a letto (a meno che non sia un bambino).
Sviluppare una routine del sonno
Consenti a tuo figlio di attaccarsi a un animale di peluche. [5] Dall'età di sei mesi in poi, è consigliabile portare a tuo figlio un animale di peluche o una coperta a cui può attaccarsi. Ciò servirà a due scopi: innanzitutto darà a tuo figlio un senso di compagnia mentre si addormenta, e in secondo luogo può fornire un senso di felicità attorno all'idea di andare a dormire se tuo figlio si sente come se fosse accompagnata da un " piccolo amico."
Sviluppare una routine del sonno
Sii consapevole dell'impatto di avere un secondo figlio. [6] Molti genitori notano che il modello del sonno del loro primo figlio viene interrotto dalla presenza di un nuovo bambino in casa. Uno dei motivi di ciò è che il bambino più grande può sentirsi "il secondo migliore" e avere un forte desiderio di attenzione dei genitori, portando a potenziali esplosioni e pianti durante la notte. Se stai pianificando di avere un secondo figlio, assicurati che il tuo primo figlio sia trasferito nel suo nuovo posto letto almeno due mesi prima dell'arrivo del nuovo figlio (se questa modifica richiederà al tuo figlio maggiore di spostarsi o di passare da una culla in un letto).
  • Non vuoi che il bambino più grande si senta "spostato" con l'arrivo del nuovo bambino.
  • Inoltre, durante questa transizione, assicurati di coinvolgere il tuo bambino più grande nella vita del tuo bambino in modo adeguato all'età. Ciò contribuirà a dare a tuo figlio più grande un senso di responsabilità e importanza e gli permetterà di sentirsi ancora apprezzato ai tuoi occhi.

Gestire i disturbi del centro della notte

Gestire i disturbi del centro della notte
Prepara un piano per i disturbi di mezza notte. [7] Se tuo figlio si è svegliato nel cuore della notte, è importante che tu (e il tuo partner) discutiate in anticipo un piano su come gestirete queste esplosioni quando si presentano. Probabilmente il tuo pensiero non sarà più acuto nel mezzo della notte, quindi avere un piano in atto può ridurre lo stress che senti e anche assicurarti di rispondere costantemente ogni volta se e quando tuo figlio ha difficoltà a dormire tutta la notte.
Gestire i disturbi del centro della notte
Non invitare tuo figlio a letto. [8] Quando il loro bambino ha difficoltà a dormire tutta la notte, alcuni genitori ricorrono a invitare il bambino a dormire nel loro letto. Può sembrare essere l'unico (o il più semplice) modo per calmarli e aiutarli a riaddormentarsi. Tuttavia, se stai cercando di risolvere effettivamente il problema, invitare tuo figlio a letto non è la soluzione. Questo promuoverà semplicemente le cattive abitudini del sonno, poiché tuo figlio viene effettivamente ricompensato per essersi svegliato nel mezzo della notte.
  • Invitare tuo figlio a letto non riesce anche a insegnarle l'importante abilità di vita di imparare a rimettersi a dormire, nel caso si svegli nel cuore della notte.
Gestire i disturbi del centro della notte
Non far tornare il bambino a dormire. [9] Un altro modello di coping a cui i genitori possono ricorrere è quello di riportare il bambino a dormire. Questo è un altro comportamento controproducente, in quanto impedisce a tuo figlio di imparare ad addormentarsi da solo.
Gestire i disturbi del centro della notte
Evita di rafforzare comportamenti negativi come il pianto. [10] Se tua figlia piange nel bel mezzo della notte, idealmente la ignoreresti e le lasceresti calmare fino a quando non si riaddormenterà. Se ti precipiti ad alzarti al suono del pianto e consoli immediatamente il tuo piccolo, rafforzerai inavvertitamente il modello di sonno negativo ricompensando il risveglio nella notte.
  • L'eccezione è se tuo figlio piange più del solito, ha un pianto insolito o è attualmente malato, potresti voler controllare per assicurarti che il tuo bambino non sia a disagio o abbia dolore e non abbia un pannolino sporco.
  • Anche se rispondi al pianto solo una volta ogni tanto, l'effetto di rinforzo è altrettanto forte (se non più forte).
  • Questo perché il "rinforzo intermittente" (un comportamento che viene premiato con attenzione a volte ma non sempre) in realtà registra come la forma più forte di rinforzo nel cervello.
  • Pertanto, se rispondi al pianto di tuo figlio calmandolo, svilupperà percorsi nel cervello di tuo figlio che questo comportamento è uno di quelli che continuano (quando capita che sia proprio il comportamento che stai cercando di eliminare).
Gestire i disturbi del centro della notte
Rimanere focalizzati sull'obiettivo a lungo termine. [11] Quando si tratta di un bambino che non riesce a dormire tutta la notte, è facile sentirsi angosciati e delusi dalle sfide del momento. Tuttavia, è fondamentale mantenere la mente concentrata sul successo a lungo termine. Quello che stai mirando a insegnare a tuo figlio sono le capacità auto-calmanti di imparare ad addormentarti, incluso come riaddormentarti dopo un risveglio durante la notte.
  • Con dedizione e coerenza nel tuo approccio, tuo figlio imparerà questo; tuttavia, non è qualcosa che cambierà durante la notte.
  • Rimani impegnato a insegnare a tuo figlio questa importante abilità di vita e confida nel tempo che il bambino si adatterà.
Perché mio figlio si sveglia alle 12?
Se vuoi dire mezzanotte, forse hanno degli incubi o semplicemente si svegliano e devono andare in bagno? I bambini hanno vesciche minuscole e spesso non riescono a superare la notte. Se tuo figlio è abbastanza grande per parlare, chiedi loro cosa li ha fatti svegliare. Se devono andare in bagno durante la notte, rimettili subito nel loro letto. Se lo fai in modo coerente, dovrebbero semplicemente tornare indietro da soli quando si svegliano.
happykidsapp.com © 2020